Diari di viaggio

Diari di viaggio

Una fatica da scrittori che, però, può valere più di una foto

Oggi sono tutti alle prese con il dopo-elezioni. Io no: penso ad altro. Dopo aver passato gli ultimi anni in giro tra Scuole Forensi (vedasi la Scuola Forense della Fondazione Vincenzo Geraci, la S.S.P.L. Galati, il Cenacolo di Studi Giuridici Etneo) come studente post-lauream prima e come avvocato collaboratore in Studi Legali affermati dopo l’abilitazione, da poco più di un mese ho ripreso a pieno ritmo il mio lavoro di avvocato a Nicolosi.

Il ritmo è di certo più lento, almeno per il momento, ma lavorando sia per sistemare lo studio (di Nicolosi e di Catania), sia per risolvere le questioni dei miei primi clienti, mi accorgo che c’è sempre qualcosa da fare. E questo è un bene.

Fatta questa premessa mi ricollego subito al pensiero che ho formulato riguardo ai diari di viaggio. In questo mese, infatti, ho ripreso anche l’attività sportiva che avevo per troppo tempo messo di canto. Ricominciando gli allenamenti sto ritrovando, piano piano, la forma, ma ho ritrovato anche il clima gioioso di un tempo con l’U.S. Nicolosi. Ci sono le vecchie glorie, ma ci sono tanti nuovi piccoli atleti che, in qualche modo, ti fanno pensare che verso l’anno 2000, il piccolo atleta eri tu. Comincia così una ricerca di foto, video e quant’altro possa aiutare la memoria a tirar fuori le esperienze passate. Mi accorgo che tantissimi dettagli ormai mi sfuggono e le poche foto e i ricordi che ho non reggono il confronto con l’era digitale dei selfie e dei social media odierni. Se riusciremo a catalogare l’enorme mole di foto e materiali che raccogliamo con i nostri dispositivi digitali, senz’altro avremo un bel po’ di roba per i nostri diari elettronici.

Nel 2000 l’era degli smartphone era lontanissima e ho pensato che, avere qualche foto e, magari, qualche appunto a mo’ di diari di viaggio avrebbe fatto piacere, adesso che le date, i volti e i chilometri fatti appaiono sempre più distanti.

Ecco che, per questa ragione, ritorno ancora una volta su questo mio blog personale, in modo che diventi anch’esso un mio piccolo diario di viaggio, dove il viaggio non è solo quello fisico, bensì il mio vivere quotidiano di cui – di tanto in tanto – lascio una traccia da condividere con gli amici del web.

Facciamo tante foto, ma ricordiamoci di appiccicarle con cura ciascuno sul proprio diario.

Link esterni correlati